Ciclo conferenze_la giustizia

Alle radici della cultura europea per la vita di tutti
(II ciclo): la giustizia

Ciclo di tre conferenze
Da martedì 8 maggio a martedì 22 maggio 2018

 

L’Associazione Biblioteca Salita dei Frati, l’Associazione Biblica della Svizzera italiana e l’Associazione Italiana di Cultura Classica, Delegazione della Svizzera italiana Vi invitano a tre incontri sul tema della ‘giustizia’ nella cultura classica (greca, ellenistica e romana) e nella cultura ebraico-cristiana, secondo il programma qui indicato.

 

Associazione
Biblioteca Salita dei Frati
Salita dei Frati 4A
CH-6900 Lugano
Tel. +4191/9239188
Fax +4191/9238987
bsf-segr.sbt@ti.ch
www.bibliotecafratilugano.ch
La biblioteca non dispone di parcheggi propri

Programma

1.
Che cosa significa ‘giustizia’ nelle Scritture ebraiche e cristiane?
Linee orientative e letture di testi

martedì 8 maggio, ore 20.30
Relatore: Ernesto Borghi
2.
Che cosa significa ‘giustizia’ nella grecità e nella latinità antiche?
Chiavi e percorsi di lettura

martedì 15 maggio, ore 20.30
Relatore: Elio Marinoni
3.
La ‘giustizia’ dell’antichità mediterranea e mediorientale può essere
utile alla vita umana di oggi? Riflessioni e prospettive

martedì 22 maggio, ore 20.30
Dibattito con interventi di Renzo Petraglio
e Massimo Lolli

I tre incontri saranno introdotti e moderati da Fernando Lepori, presidente
dell’Associazione Biblioteca Salita dei Frati. Il ciclo si concluderà con
un intervento di Ernesto Borghi.

Le conversazioni si tengono nella sala di lettura della Biblioteca Salita
dei Frati di Lugano.
Con questo annuncio inviamo anche le informazioni sul tema e sul relatore
relative alla prima conferenza. Quelle relative alle due successive
seguiranno più tardi.

Quali sono le radici spirituali e sociali dell’identità europea? Il dibattito
in proposito permane particolarmente vivace. Vi sono alcuni grandi
valori che in parte si sono perduti oppure hanno conosciuto grandi
processi di trasformazione. D’altra parte i filoni greco-latini letterari,
filosofici e artistici e quelli giudaico-cristiani rappresentati dalla Bibbia
e dalle letterature rabbinica e patristica restano punti di riferimento
culturali originari. Per chi? Per tutte le donne e tutti gli uomini che siano
nati in Europa e vivano il fatto di essere europee/i non come un bastione
da difendere, ma come una ricchezza da condividere seriamente con altre
persone di diversa provenienza, che oggi abitano nelle nostre città e nei
nostri paesi. Vi sono alcune parole-chiave che in proposito sono un utilissimo
oggetto di ricerca e di riflessione. Dopo il notevole interesse suscitato
lo scorso anno, in questo secondo ciclo di serate ci occuperemo del
concetto di ‘giustizia’, che ha avuto, nei filoni culturali appena menzionati,
una grandissima rilevanza e ha inciso variamente nella società dei secoli
successivi sino ad oggi. Principi come “non praticare violenza verso l’altro”
e “dare a ciascuno il suo” sintetizzano la giustizia auspicabile in ogni tempo?
A questo e ad altri interrogativi cercheremo di dare qualche risposta, operando
per frammenti e riferimenti testuali,in modo divulgativo, chiedendoci, in ultima
analisi, quale importanza culturale possa avere la ‘giustizia’ antica per la
vita di oggi.

> depliant

[/one_sixth]

Save

Save

Save